fibromialgia-riflessioni-associazione-scientifica-fibromialgia
Home » BLOG » RIFLESSIONI SULLA FIBROMIALGIA per pazienti, familiari e terapeuti

RIFLESSIONI SULLA FIBROMIALGIA per pazienti, familiari e terapeuti

LA FIBROMIALGIA È UNA PATOLOGIA RICONOSCIUTA DALL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ E DALLA SOCIETÀ ITALIANA DI REUMATOLOGIA.

Non ha alcun senso dire “Non credo alla Fibromialgia”: la Sindrome fibromialgica non rientra nell’ambito della Fede ma della Scienza.

Nella mia esperienza, i terapeuti che “non ci credono” sono quelli che non l’hanno studiata, non la vogliono studiare o non la sanno curare.

– LA FIBROMIALGIA NON È LA PATOLOGIA che “Quando non si capisce cosa ha il paziente, si fa diagnosi di Fibromialgia”: esistono dei criteri diagnostici precisi.

– Poiché la Fibromialgia interessa il Sistema nervoso, il Sistema immunitario e di conseguenza la Psiche, la prima visita del paziente deve essere accurata e richiede TEMPO, a mio parere, almeno un’ora.

– Non esiste la pillola magica ma un PERCORSO DI CURA che può essere davvero vincente se il terapeuta e il paziente ne condividono la responsabilità.

Il terapeuta deve studiare, applicarsi e dedicare tempo al paziente che deve armarsi di pazienza e forza d’animo, necessari in particolare nelle fasi di accentuazione dei sintomi.
Il miglioramento, infatti, difficilmente è lineare, ma subisce alti e bassi, che però, nel tempo, possono portare ad un SENSIBILE E STABILE MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DI VITA.

-Il primo obbiettivo da mettersi è migliorare la qualità di vita nel primo mese di cura, tenendo in considerazione il sintomo più intenso.

-I farmaci convenzionali, non convenzionali e off label (cannabis terapeutica) sono tutti nostri amici: sono tutti strumenti utili che vanno gestiti in base agli obbiettivi da realizzare e alla sensibilità del paziente che li assumerà.

– La prima soddisfazione di un terapeuta è vedere la persona curata stare meglio, la seconda è guidarla in un percorso che permetta di usare meno farmaci possibile.

Dr. Michele Gardarelli
Medico Chirurgo
Vicepresidente Associazione Scientifica Fibromialgia
Membro del Comitato tecnico scientifico Comitato Fibromialgici Uniti e del Gruppo di lavoro ASUR su Fibromialgia e MCS
Referente Terapie integrate A.N.D.O.S. odv (Assoc. Naz. Donne Operate al Seno) Comitato di Ancona
Coordinatore Comitato scientifico del Comitato Pazienti Cannabis Medica