magnesio-dieta-sindrome-fibromialgica

Magnesio, dieta e sindrome fibromialgica

Gli studi evidenziano che la popolazione fibromialgica è più carente di magnesio rispetto a quella sana.

Quando questo minerale è insufficiente nel nostro organismo si possono verificare dolori diffusi, tensione, crampi, forte stanchezza, alterazione del ciclo sonno veglia, depressione, mal di testa, irritabilità, patologie cardiache e renali.

Molti di questi sintomi sono sovrapponibili ai sintomi tipici della fibromialgia e tantissimi studi evidenziano come l’integrazione di magnesio induca miglioramenti sostanziali nei pazienti affetti da questa sindrome.

Anche attraverso la dieta è possibile integrare magnesio, scegliendo i cibi più ricchi di questo minerale.

Ottime fonti di magnesio sono:

  • i cereali integrali,
  • la frutta secca oleosa,
  • i legumi,
  • i semi oleosi,
  • il cioccolato,
  • le verdure (soprattutto quelle a foglia verde),
  • il formaggio stagionato,
  • la frutta fresca (soprattutto le banane) ed essiccata e
  • alcuni prodotti ittici.

È necessario ricordare che durante la cottura degli alimenti buona parte dei minerali viene persa, quindi, quando è possibile, è consigliabile consumare i cibi crudi.

Infine, per assimilare bene gli alimenti indicati, soprattutto quelli di origine vegetale ricchi di fibre, è necessario avere un microbiota sano!

Team Nutrizione Associazione Scientifica Fibromialgia
Dott.ssa Edy Virgili
Dott.ssa Laura Calza
Dott.ssa Federica Calcagnoli