Fibromialgia-dolore
Home » BLOG » I meccanismi neurofisiologici a supporto del sollievo dal dolore basato sulla mindfulness

I meccanismi neurofisiologici a supporto del sollievo dal dolore basato sulla mindfulness

Nonostante i progressi scientifici riguardo le opzioni terapeutiche per il dolore cronico, la sua crescente e gravosa diffusione ha portato ad un aumento drastico delle spese sanitarie per i trattamenti con antinfiammatori steroidei e con oppioidi. 

L’uso diffuso di oppiacei per alleviare il dolore cronico ha creato la cosiddetta “epidemia di oppiacei” con un aumento esponenziale dell’abuso e della dipendenza da essi. Statistiche importanti provenienti dal contesto occidentale suggeriscono sempre più la necessità di sviluppare approcci non farmacologici efficaci per il trattamento del dolore cronico. 

La letteratura scientifica relativa agli approcci mente-corpo è in crescente aumento, anche stimolata dal fatto che i benefici apportati dalle pratiche di meditazione consapevole nel miglioramento della salute non si basano esclusivamente su resoconti soggettivi, ma piuttosto sulle scoperte dei substrati biologici che supportano tali miglioramenti. 

In quest’occasione, accenniamo con semplicità alle recenti ricerche neuroscientifiche sui meccanismi sottostanti il sollievo dal dolore associato alla meditazione consapevole o mindfulness.

Gli studi di neuroimaging confermano che la meditazione consapevole riduce in modo significativo il dolore coinvolgendo meccanismi multipli- psicologici, fisiologici e neurali- distinti dal placebo e che variano a seconda del livello di allenamento meditativo.

Infatti, dopo un allenamento meditativo intenso, il sollievo dal dolore basato sulla mindfulness è associato alla disattivazione della corteccia prefrontale e a una maggiore attivazione delle regioni corticali somatosensoriali, dimostrando la capacità di ridurre le valutazioni degli eventi sensoriali insorti.

 

psicologia


Questi risultati promettenti sottolineano il potenziale degli approcci basati sulla mindfulness per produrre miglioramenti duraturi nella sintomatologia correlata al dolore.

Gli interventi basati sulla meditazione consapevole migliorano la sintomatologia del dolore cronico in un’ampia gamma di condizioni di dolore, tra cui fibromialgia, disturbi di cefalea, dolore pelvico cronico, sindrome dell’intestino irritabile e lombalgia cronica.

 

Fonti bibliografiche:
• Zeidan, F., Baumgartner, J. N., & Coghill, R. C. (2019). The neural mechanisms of mindfulness-based pain relief: a functional magnetic resonance imaging-based review and primer. Pain reports, 4(4), e759.
• Jinich-Diamant, A., Garland, E., Baumgartner, J. et al. Neurophysiological Mechanisms Supporting Mindfulness Meditation–Based Pain Relief: an Updated Review. Curr Pain Headache Rep 24, 56 (2020).


Team Psicologi Clinici

Associazione Scientifica Fibromialgia
Dr.ssa Nadia Chiaravalle, Dr. Roberto Re