fibromialgia-sistema-immunitario-infezioni-virali

Fibromialgia, sistema immunitario e infezioni virali

La Sindrome fibromialgica è ad oggi considerata una condizione patologica caratterizzata da sensibilizzazione, iperattività, “irritabilità” del Sistema Nervoso Centrale (SNC).
Questa alterazione del SNC è alla base del dolore, dell’astenia, dei disturbi del sonno e di tutta la rosa di sintomi che caratterizzano questa sindrome.
Tuttavia sono state documentate anche alterazioni a livello del
Sistema Immunitario nei soggetti fibromialgici, anche se non macroscopiche ed evidenti come per le malattie autoimmuni. Questa disregolazione che coinvolge i due sistemi non deve stupirci poiché essi sono collegati, “comunicano tra loro”, tanto più che cellule del Sistema Immunitario sono presenti anche nel Sistema Nervoso.

Cosa può innescare questo cortocircuito nervoso-immunitario? Una delle cause scatenanti può essere una infezione virale: non è raro sentirsi riferire che dopo una Mononucleosi o una “pesante influenza” il soggetto ha iniziato a soffrire di astenia, dolori diffusi, depressione ecc… e non è più tornato allo stato di benessere di cui godeva prima. Ecco perché, quando si inizia a guidare un soggetto in un percorso di cura, vanno considerati tutti gli aspetti dell’organismo nella sua interezza, ossia quelli PSICO-NEURO-ENDOCRINO-IMMUNOLOGICI.

Per quanto riguarda il Sistema Immunitario sappiamo sempre meglio quanto esso sia correlato con il corretto funzionamento intestinale: l’ alimentazione può giocare dunque un ruolo importante nella partita. Anche alcuni integratori alimentari risultano essere molto interessanti perché agiscono contemporaneamente a livello del Sistema Immunitario e del Sistema Nervoso.

Il coenzima Q10 ad esempio è in grado di implementare il funzionamento di alcuni organelli presenti a livello cellulare, i mitocondri, considerati le “batterie energetiche”, e questo può portare giovamento a livello del SNC, con conseguente possibile miglioramento della stanchezza e dell’umore.
Contemporaneamente, secondo alcuni studi
, il Q10 è in grado di migliorare l’ efficienza delle cellule NK, importanti “soldati” del Sistema Immunitario, deputati alla risposta contro infezioni virali.

Un altro elemento interessante è il GLUTATIONE, un potente antiossidante, non solo in grado di contrastare lo stress ossidativo, che aumenta in condizioni infiammatorie croniche, ma anche di aumentare l’efficienza del Sistema Immunitario, in base a studi scientifici pubblicati.

Le difese immunitarie sono potenziate anche da alcuni Funghi medicinali come il REISHI che è ricco di sostanze con numerose proprietà tra cui in primis quelle antiossidanti; lo stress ossidativo (che si correla con l’ “invecchiamento” delle cellule) è considerato un fattore da tenere in considerazione poiché potrebbe influire in maniera rilevante sullo stato fisico e mentale del soggetto affetto da Fibromialgia.

Si sente spesso parlare di Medicina Integrata: penso con sempre maggiore convinzione che sia un corretto approccio alla malattia poiché l’ Uomo è un sistema integrato di cellule, organi e apparati inscindibili tra loro e per curarlo in maniera sempre più completa è opportuno tenere in considerazione tanti più aspetti possibile.

Dott. Michele Gardarelli
Medico Chirurgo
Medicina Integrata