il-fibromialgico-stanco-associazione-scientifica-fibromialgia

Il fibromialgico stanco

Perché una persona affetta da Fibromialgia è spesso tremendamente stanca?

Mi è capitato alcuni anni fà di avere l’influenza con febbre per alcuni giorni e di sentirmi spossato; in uno di quei momenti, avendo già visitato centinaia di persone fibromialgiche, ho ripensato ai loro racconti e al fatto che quella era la condizione che sperimentavano ogni giorno.

Ho pensato:

e se non mi riprendessi e continuassi a sentirmi cosi…?”.

Per non dare energia a questo pensiero, l’ho fatto scivolare via e, dopo una settimana, le energie sono tornate.

Le persone fibromialgiche mi raccontano di vivere quel tipo di astenia tutti i giorni e ciò non è spesso compreso né dai familiari né dai terapeuti.

La ricerca deve ancora fare luce su molti fattori patogenetici della Sindrome fibromialgica tuttavia alcuni aspetti sono stati spiegati. L’astenia, una vera e propria “fatigue”, ha un’origine multifattoriale e alcune delle cause sono qui elencate:

  • L’alterazione del funzionamento del Sistema Nervoso Centrale è alla base di tutti i sintomi della Sindrome fibromialgica, compresa l’astenia. Recenti studi dimostrano in maniera sempre più convincente che anche il Sistema Immunitario è coinvolto a pieno titolo nella patogenesi dei sintomi.
  • Caratteristicamente, la stanchezza è avvertita al mattino al risveglio, “come se non fossi mai andato a dormire”. Il sonno è superficiale e la mancanza di sonno profondo non permette il rilassamento muscolare e il recupero della stanchezza accumulata durante il giorno.
  • I frequenti disturbi intestinali possono essere accompagnati da stanchezza e torpore mentale.
  • La flessione dell’umore può alimentare l’astenia e innescare un circolo vizioso in cui anche l’ astenia alimenta la flessione dell’umore.
  • Il deficit di funzionamento dei mitocondri (le batterie energetiche della cellula) è un altro fattore preso in considerazione dalla ricerca scientifica per spiegare l’origine dei sintomi.

La genesi mutifattoriale del sintomo ASTENIA richiede l’approccio multidisciplinare suggerito dalle Linee Guida.

Si può migliorare? SI.

Dall’esperienza maturata negli anni scaturisce una risposta affermativa.

 

Dr. Michele Gardarelli
Medico Chirurgo, Medicina Integrata
Associazione Scientifica Fibromialgia
Comitato scientifico CFU-Italia odv (Comitato Fibromialgici Uniti)
Referente Terapie Integrate A.N.D.O.S. odv (Assoc. Naz. Donne Operate al Seno) di Ancona