DOTT.SSA LAURA CALZA

Sono una biologa nutrizionista ma il mio percorso per arrivare ad oggi è stato piuttosto articolato.
Sono nata in una famiglia in cui si è sempre data importanza alla crescita umana in ogni suo aspetto e i miei genitori mi hanno offerto tantissime occasioni di arricchimento personale, culturale, esperienziale e sociale.
Alla scuola superiore, ho incontrato una professoressa che mi ha fatto innamorare della genetica ed è stato naturale iscrivermi alla facoltà di Scienze Biologiche (indirizzo bio-molecolare) dell’Università di Camerino.
Contrariamente alla mia passione iniziale, ho svolto una tesi sperimentale in Microbiologia Applicata e da lì il legame con i microrganismi è diventato sempre più stretto.

Ho lavorato in diversi laboratori occupandomi di biologia umana ed animale, ma sono approdata all’alimentazione quando sono stata assegnata all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, in cui mi sono interessata soprattutto di Sicurezza Alimentare, in particolare del controllo microbiologico degli alimenti.
È stata un’esperienza formativa ed entusiasmante, perché ho avuto modo di partecipare a diversi progetti di ricerca (anche nazionali) e ad attività di docenza, oltre che alla gestione della routine dell’unità operativa.
Coniugando la Genetica con la Microbiologia, ho conseguito il master in Biotecnologie all’Università di Urbino e la scuola di specializzazione in Microbiologia e Virologia all’Università Politecnica delle Marche.

La Vita, però, a volte, si diverte a fare scherzi e, all’improvviso, mi sono trovata in una scuola primaria in qualità di docente!

All’inizio, è stata dura, ho dovuto cambiare il modo di impostare la mia attività lavorativa e mi pesava moltissimo l’aver abbandonato i “miei microbi”.
Ben presto, ho scoperto che le mie competenze erano utili anche a scuola per fronteggiare raffreddori, tossi, influenze, malattie esantematiche e virus di ogni genere dei miei alunni!
Ho capito anche che potevo essere un ponte tra i bambini e la Scienza, che avevo l’opportunità di coltivare la loro curiosità, la voglia di scoperta tipica dello scienziato: esattamente ciò che era successo a me anni prima.

Siccome NIENTE CAPITA A CASO, il Dirigente scolastico mi ha assegnata ad un plesso in cui si attuano il Progetto “Colazioni sane” e la “Settimana dell’alimentazione”, quindi una scuola dove si pone particolare attenzione alla nutrizione.
Nella mia vita, ho avuto numerosi problemi di salute, anche gravi e l’ultimo, in ordine di tempo, riguarda il mio metabolismo degli zuccheri.

Non solo ho cambiato il mio piano alimentare, ma ho sentito forte l’esigenza di capire meglio cosa mi stava succedendo, così mi sono iscritta al Master in Nutrizione, Nutraceutica e Dietetica Applicata dell’Università di Camerino.
Durante il corso, ho incontrato la persona che ha permesso che il mio interesse personale diventasse opportunità lavorativa, credendo in me e affidandomi anche la gestione di una collaborazione importante finalizzata all’analisi del Microbiota intestinale.

Forse, aveva ragione Giambattista Vico con la sua “teoria dei corsi e ricorsi storici”… gira, gira, sono tornata ad occuparmi dei miei amici microrganismi!

Viste le nuove scoperte della Scienza relativamente al legame tra disbiosi intestinale e problematiche cliniche, neurologiche, immunitarie e comportamentali, c’è ancora molto da studiare…  sono pronta!

Maggiori informazioni su: lauracalzanutrizionista.it